Mensa Francescana

 

Ciò che avete fatto ad uno di questi miei fratelli minori l’avete fatto a me
(Vangelo di Matteo 25, 40-45; Fonti Francescane 659)

Pane e Vangelo
Fraternità e Amicizia per l’inclusione sociale

Mensa “Santuario Madonna delle Grazie”

La  Mensa è un servizio di carità, ispirata dal Vangelo, che la comunità dei frati presta alle persone indigenti dal 1991.  E’ la modalità odierna della tradizionale distribuzione del Pane di Sant’Antonio del convento francescano. A complemento del servizio vi è la distribuzione periodica di vestiario.

La mensa fa parte di una rete, formata da Comune, Caritas, Società San Vincenzo e altri, che presta servizi integrati e attua misure di accompagnamento per le persone indigenti nella città di Monza e nel territorio della Brianza.

Il servizio si basa sulla collaborazione di una trentina di volontari, suddivisi in  gruppi di cinque, che servono circa trenta  pasti al giorno, dal lunedì al sabato, per circa 280 giorni all’anno.

Le risorse materiali, provengono per l’80% da reti di distribuzione alimentare gratuita e da donazioni spontanee di gruppi o di singoli.

Le persone indigenti che usufruiscono della mensa sono circa duecento in un anno, di cui il 60% stranieri, il 57% senza dimora, l’83% in carico ai servizi sociali, il 17% sopra i 60 anni. A ciascuno è richiesto senso di corresponsabilità e di collaborazione.

Per accedere alla Mensa

Occorre presentarsi puntuali alle 11.30, all’ingresso in via Montecassino 18, esclusi i giorni festivi, con un ticket settimanale, rilasciato dal  Centro di ascolto della Caritas, operativo in Largo Esterle 2,  il lunedì dalle 08.30 alle 11.00, dal martedì al venerdì dalle 09.00 alle 11.00.

Il programma della Mensa in cinque punti

  1. Raccogliere l’eredità di una tradizione caritativa francescana a cui concorre la popolazione di Monza e Brianza, devotissima alla Madonna delle Grazie

2. Rielaborare la tradizione ed esprimerla oggi nella sintesi “Pane e Vangelo”, presente nell’icona di S. Antonio, venerata e pregata in ogni nostro convento.

3. Accogliere l’insegnamento della Chiesa e di Papa Francesco, amando i poveri non a parole ma con i fatti (Giornata Mondiale dei poveri 2017), adoperandoci per la loro inclusione sociale, *(Evangelii gaudium nn.186-216), ricordando che è necessario che tutti ci lasciamo evangelizzare da loro (n.198)

4. Intensificare  e allargare la rete della solidarietà di cui siamo parte attiva nel territorio.

5. Ispirati da San Francesco, dare al servizio, sempre più accurato, anzitutto la motivazione  evangelica con l’accoglienza e la libera adesione alla preghiera. E, quindi, raccomandare e attuare – per quanto possibile – concrete iniziative di evangelizzazione, di partecipazione ecclesiale e sostegno sociale, per un progetto di personale  autonomia e libertà dal bisogno.

“Lodato sii, mio Signore,
per quelli che per il tuo amore
sostengono infermità e tribolazione…”

Per una conoscenza più ampia:

Per contatti: mensadellegraziemb@gmail.com